Tutto è Possibile, testa, cuore, gambe.....


29 Sep
29Sep

Ciao, per quelli che non mi conoscessero o non avessero letto il mio primo libro “Tutto è possibile. Lo sport oltre l’asma.”, io sarei l’asmatico e scrittore. Pensavo che il primo libro fosse una parentesi, un racconto a voler spargere un po’ di ottimismo e di positività, raccontando con goliardia e tragicità aneddoti della vita legati alla mia patologia, ma non è così. In “Tutto è possibile. Lo sport oltre l’asma”, libro di successo tra parenti e conoscenti, racconto delle mie fobie, degli attacchi di panico, dell’asma, delle allergie e di come convivendo con tutti questi problemi, compresa la vocina che ho ribattezzato “passeggero”, ho imparato a vivere. Il passeggero, giusto per capirci, non è altro che la vocina paranoica che vive e regna nella nostra testa. Può avere mille sfaccettature, può materializzarsi quando meno ce lo aspettiamo o nelle situazioni più incredibili. Lo so, state pensando che è la stessa vocina che sentite in chiesa durante una predica chilometrica, quella in cui la stessa parla sopra il prete raccontandovi altro? Oppure la vocina di quando per la prima volta, si nuota in mare aperto, quello nero in cui non si vede nulla e la vocina ti dice che c’è uno squalo che sta per mordervi il culo, che sta per prendervi le gambe, e allora il cuore pompa, il panico avanza e in un attimo, quasi come per incanto, ci si ritrova a riva o sopra la barca, gommone, pattino o semplice boa. Beh, più o meno, diciamo che potrebbe essere anche quella. Potrebbe essere la stessa vocina di quando per la prima volta baciate la vostra ragazza, avete dodici anni e pensate di averla messa incinta? Più o meno, diciamo che potrebbe essere anche quella. Potrebbe essere che ora smetto di parlare della vocina e magari inizio a scrivere quasi sul serio? Sì, dai, potrebbe essere. Roberto Zorcolo

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.